CALL US NOW 3938486727
Scopri come sostenerci

COMI’COME’:Monsummano Street Food Fest

Grande successo dei nostri ragazzi del Comì comè, che, nel secondo weekend di settembre, hanno partecipato allo street food fest a Monsummano Terme. Apprezzamento è venuto dalla istituzioni, ma soprattutto dagli avventori che hanno gustato con soddisfazione le crepes salate e dolci dai nostri ragazzi, che a turno si sono avvicendati nel trailer per la preparazione e il servizio. Marisa Biancardi, presidente della nostra Fondazione, ha espresso il suo compaciamento per la riuscita della nostra partecipazione alla manifestazione di Monsummano, sottolineando la natura di del progetto, costruito sulle capacità e peculiarità  di alcuni dei nostri ragazzi. Il metodo che la Fondazione Mai soli persegue, infatti, è  quello di personalizzare i progetti secondo le tipologie di disabilità.  Nel caso dei ragazzi del Comì Comè si tratta di ragazzi con disabilità  tali che permettono loro di fare cose importanti e fattive, che attirano piacevolmente l’attenzione della comunità. Questo è sicuramente un fatto positivo, poiché dimostra che anche le persone con disabilità possono essere parte attiva della società ed   aiuta a far capire che bisogna uscire da una pura logica assistenziale.

Sarebbe, continua la presidente Biancardi, un grave errore pensare che essi rappresentino l’intero mondo della disabilità; ci sono altri giovani e adulti con disabilità  più gravi  che hanno necessità  di supporti e accompagnamento  più importanti (ciò non vuol dire mera assistenza), anche per loro la Fondazione organizza progetti che stimolano le loro autonomie. Ma ciò che angoscia di più i genitori è  il pensiero  del ” Dopo di  noi ” , ossia del momento in cui non ci saranno più  i genitori o non saranno più  in grado di supportarli perché  anziani. Ecco perché vorrei che questo ed altri progetti portassero  all’attenzione della società e delle istituzioni il tema della disabilità  in tutte le sue dimensioni, perché è  un diritto di questi nostri figli con disabilità poter continuare ad avere una buona qualità  della vita anche dopo la scomparsa dei genitori e ciò significa , come enuncia  l’ ultima legge sul “dopo di noi”, che non devono più esistere istituti  o residenze per disabili con grandi numeri di ospiti, bensì contesti a carattere familiare simili a quelle in cui i disabili hanno sempre vissuto.

Le nostre crepes
Clienti sorridenti e soddisfatti

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER